News > Assistenti familiari

Assistenti familiari

Letture: 1412

22/07/2008 - Riflessioni SPI CGIL sulle Badanti. Ricerca condotta dallo Spi-Cgil Lombardia con l'Università Statale di Milano Bicocca.

L'esercito delle badanti diventa sempre più numeroso, ma la loro posizione nei confronti della legge rimane complessa e in moltissimi casi sfocia nell'irregolarità. Il tema è stato approfondito nei giorni scorsi alla Camera del Lavoro di Brescia, dove, nel salone Buozzi sono stati diffusi i risultati di una ricerca condotta dallo Spi-Cgil Lombardia con l'Università Statale di Milano Bicocca. La segretaria Spi-Cgil di Brescia, Giovanna Carrara, prima che venissero diffusi i dati della ricerca ha tracciato un quadro bresciano della situazione, spiegando che «secondo le stime più recenti nella provincia di Brescia sono presenti circa 45.000 badanti, la metà delle quali irregolari secondo le leggi vigenti. Arrivano soprattutto dall'est europeo nei modi più disparati: con un visto turistico o pagando una tangente a chi organizza viaggi illegali. Hanno progetti migratori diversi, ma in generale mirati a risolvere nel più breve tempo possibile i problemi economici che le hanno spinte a staccarsi dai loro affetti e dal loro paese. Vivono nelle nostre case, assistono donne e uomini anziani e sono ormai indispensabili per molte famiglie».

Articolo tratto da Il Giorno




Lavoro di cura




 


consorzio@informanziani.it